16 modi per promuovere il tuo canale YouTube e ottenere più visualizzazioni

Non c’è momento migliore di quello attuale per riuscire a capire come promuovere il tuo canale YouTube.

Perché proprio “ora”?

Per chi non lo sapesse, YouTube ha di recente superato Facebook come secondo sito più visitato sul web.

In un’era in cui trascorriamo fino a sei ore al giorno consumando video, il futuro è segnato: dobbiamo rivolgere la nostra attenzione alle tendenze alle “abbuffate di visioni” dei clienti.

Naturalmente, il boom dei contenuti video ha fatto sì che una marea di brand cercassero contemporaneamente di dominare il marketing sul canale YouTube.

Pertanto se intendi distinguerti su questa piattaforma, devi sfruttare il maggior numero possibile di tattiche promozionali.

Di seguito indichiamo in maniera dettagliata come promuovere il tuo canale YouTube per accrescere il numero di visualizzazioni da parte dei tuoi utenti. Sia che tu abbia appena iniziato a interessarti di questo aspetto, sia che desideri veder aumentare il numero dei tuoi follower, i suggerimenti che seguono sono tutti semplicissimi da mettere in pratica.
1. Scrivi titoli coinvolgenti e imperdibili
Il marketing su YouTube è tutto incentrato sulla presentazione.

In poche parole sui Like.

I titoli sono decisivi quando si parla delle performance dei tuoi video. Chiediti se i contenuti che presenti sono “imperdibili” o “meh”.

Il segreto per confezionare titoli d’impatto è attirare l’attenzione della tua audience senza ricorrere a titoli “acchiappaclic”. Le persone desiderano intensamente contenuti divertenti, e vogliono altresì sapere di cosa tratta il tuo video sin da quando vi fanno clic sopra.

Potresti ad esempio estrapolare una pagina dai playbook dei giganti di YouTube quali BuzzFeed e WhatCulture. Tali video fanno spesso affidamento su listicle, titoli basati su domande o iperboli (“pazzo”, “…di tutti i tempi”) per raccogliere visualizzazioni.

I video basati sul fitness di Athlean-X ne sono un altro ottimo esempio. I contenuti del canale devono contenere parole chiave rilevanti nei propri titoli presentandosi al tempo stesso come colloquiali.

Anche elenchi quali “Il meglio di” e titoli come “Istruzioni per…” sono sempre una garanzia. Ecco alcuni titoli tratti dal Disney Food Blog a cui vale la pena dare uno sguardo:

In questo caso ciò che va ricordato è il fatto che dovresti decisamente trascorrere un po’ di tempo pensando a dei titoli coinvolgenti piuttosto che fermarti alla prima idea che ti viene in mente.

In termini di specifiche, uno studio spesso citato di Tubular Insights osserva che i titoli dei video di YouTube dovrebbero restare entro i 41 e 70 caratteri. Invece, strumenti quali l’Headline Analyzer di CoSchedule consigliano 55 caratteri per un titolo “efficace”. Lo strumento di CoSchedule non è stato pensato in maniera specifica solo per i titoli dei video ma è straordinario anche per cercare titoli adeguati per YouTube e aiutarti così a promuovere il tuo canale YouTube.
Pubblica su YouTube con Sprout Social

Le opportunità su YouTube sono praticamente infinite, e ora puoi pubblicare su questa piattaforma direttamente da Sprout.

Ospita video di lunga durata sul tuo canale, amplia la reach tramite le avanzate capacità di ricerca di YouTube, e monitora in che modo le tue performance reggono il confronto con quelle registrate su altri social network.

Inizia una prova gratuita per sperimentare le nostre funzionalità di pubblicazione su YouTube.
2. Aumenta la tua SEO per YouTube
Ecco qualche spunto di riflessione: i video di YouTube compaiono nel 70% dei primi 100 risultati di ricerca di Google.

Verifica tu stesso! Qualsiasi richiesta di informazioni su uno specifico prodotto o su “Istruzioni per…” su Google riporta qualcosa da YouTube.

Infatti, i risultati di YouTube a volte appaiono addirittura prima dei tradizionali post dei blog o dei siti web.

Ricorda: YouTube è di per sé il secondo motore di ricerca più grande al mondo. Proprio come le persone ricercano prodotti e soluzioni a problemi tramite Google, lo stesso accade su YouTube.

Pensa ai tuoi video di YouTube come a qualsiasi altro contenuto che deve essere ottimizzato in termini di parole chiave, tag e così via.

Al fine di aumentare le tue possibilità di essere visualizzato, potresti seguire alcune delle migliori pratiche per la SEO per YouTube:

Titoli e descrizioni: includi parole chiave target nei tuoi titoli e descrizioni. Puoi utilizzare uno strumento come Keywordtool.io per aiutarti a trovare idee per le parole chiave.
Cita parole chiave nel tuo video: secondo Brian Dean di Backlinko, indicare parole chiave target nel tuo video può aiutare YouTube a capire meglio di cosa tratta il video in questione.
Engagement: YouTube utilizza l’engagement (like, commenti, visualizzazioni) per stabilire dove si posizionano i video nei suoi risultati della ricerca.
Categorie: utilizza categorie per aiutare YouTube a comprendere meglio a quali utenti mostrare i tuoi video.
Tag: oltre alle categorie, puoi anche aggiungere tag ai tuoi video per fornire a YouTube maggior contesto sui tuoi contenuti. Puoi utilizzare diversi tag, pertanto aggiungi tutti quelli che ti vengono in mente.

Analogamente a quanto avviene per la SEO per il tuo sito web, non esagerare con le parole chiave. Utilizza parole chiave quando ha senso farlo e non solo per il piacere di averle.
3. Cerca di capire cosa desidera la tua audience
Per qualsiasi tipo di contenuto che produci, devi verificare che sia in linea con ciò che i tuoi utenti desiderano. Indipendentemente dal fatto che tu stia scrivendo un post per un blog o creando un video, inizia imparando a conoscere la tua audience e il tipo di contenuti che si aspetta di vedere da te.

Se hai appena iniziato a promuovere il tuo canale YouTube, dai uno sguardo ai concorrenti o ad altri creatori di video del tuo settore. Scopri quali dei loro video ottengono il maggior numero di visualizzazioni e il maggior engagement. In tal modo avrai un’idea degli argomenti che i tuoi utenti desiderano conoscere e del tipo di video che preferiscono.

Se hai già caricato dei video, un’altra soluzione consiste nell’osservare il tuo YouTube Analytics. YouTube ti fornisce informazioni dettagliate su dati demografici, posizione, engagement e altre utili statistiche sulla tua audience.

4. Interagisci con la community di YouTube
Anche se potresti non considerare YouTube un social network di per sé, questa piattaforma rappresenta una community prospera nella quale gli utenti interagiscono tramite contenuti, profili, “like” e commenti.

Sembra piuttosto “social” a nostro giudizio!

Come accennato in precedenza, qualsiasi tipo di interazione con gli utenti che visualizzano i tuoi contenuti è considerata un segnale positivo per YouTube. Se non altro, le interazioni con gli iscritti al tuo canale possono contribuire a incoraggiare un legame più forte con la tua audience. Per mettere un “Like” ai commenti bastano pochi secondi così come per fissare in alto un commento importante come una sorta di nota personale per gli iscritti al tuo canale.

Ad esempio, il canale di musica Artzie Musik aggiunge costantemente “like” e risponde ai commenti sui suoi recenti upload. Il creatore del canale ha un continuo scambio di comunicazioni con gli iscritti, anche per dimostrare l’apprezzamento e rispondere alle domande.

Su YouTube puoi rispondere a commenti e interagire con i tuoi follower esattamente come faresti su qualsiasi altro social network.
5. Personalizza le tue miniature
Una delle tattiche più semplici ma al tempo stesso efficaci per promuovere il tuo canale YouTube è creare miniature personalizzate.

Pensa al tuo titolo e alla tua miniatura come a una sorta di binomio vincente per attirare l’attenzione degli utenti.

Per impostazione predefinita, YouTube estrae uno screenshot da tutti i video e lo utilizza per la miniatura. Purtroppo, l’immagine che coglie è a volte uno scatto sfocato di te che regoli la fotocamera o del passaggio di qualcuno.

Non è decisamente una bella immagine, giusto?

Creare miniature da sé non solo rende i video più accattivanti ma trasmette anche un’impressione di professionalità.

Per realizzarle non è necessario avere competenze specifiche. Puoi anche creare un modello con un determinato carattere e stile per renderlo più coerente e in linea con il brand. Tale operazione è particolarmente semplice con l’aiuto di strumenti per la creazione di immagini come Canva. Ecco un ottimo esempio di Binging with Babish:

6. Fai cross promotion dei tuoi video su YouTube
È probabile che tu tratti argomenti simili su YouTube che si sovrappongono l’uno all’altro.

Per sfruttare maggiormente i tuoi contenuti precedenti, impegnati a fare la cross promotion dei tuoi video quando ha senso farlo.

Ad esempio, puoi inserire dei link nella descrizione di un video e incoraggiare gli utenti a provarli come una sorta di invito all’azione. Sebbene alcuni potrebbero essere delusi dalla recente eliminazione dell’annotation system di YouTube, la presenza di link nella tua descrizione incoraggia le persone a guardare interamente i tuoi video senza abbandonarne la visione.

7. Punta alle SERP
Come accennato in precedenza, YouTube è decisamente estenuante quando si tratta di SEO.

E, anche se non dovresti interamente creare contenuti per motori di ricerca a scapito degli utenti,  dovresti promuovere il tuo canale YouTube tenendo presente la SEO.

In particolare, video su recensioni di prodotti, su “Istruzioni per…” e long-form (durata superiore a 10 minuti) che trattano argomenti con parole chiave specifiche tendono a posizionarsi in maniera ottimale. Se sei a corto di idee per i contenuti o se desideri sfruttare una parola chiave di tendenza nel tuo settore, valuta come farlo tramite il marketing del tuo canale YouTube.

8. Lancia un concorso o una distribuzione di omaggi
Se c’è una cosa che gli utenti di YouTube apprezzano in particolare, sono gli omaggi. Lancia un concorso o una distribuzione di omaggi su YouTube per incoraggiare le persone a iscriversi al tuo canale e a interagire.

Per garantire la semplicità dei tuoi concorsi, fa in modo che gli utenti partecipino mettendo un Like al tuo video, lasciando un commento e iscrivendosi al tuo canale.

Segui alcune delle nostre migliori pratiche per organizzare concorsi sui social media:

Accertati di rispettare le politiche di YouTube.
Regala un omaggio connesso al tuo brand: non devi attrarre solo coloro che cercano di ottenere gadget gratuiti.
Dai spazio alla creatività integrando contenuti generati dagli utenti e altri requisiti di partecipazione non tradizionali.

Presta tuttavia attenzione a non organizzare concorsi su YouTube con troppa frequenza. Devi fare in modo di ottenere risultati dai tuoi impegni, altrimenti finirai solo per perdere tempo, denaro e risorse. Dopo aver chiuso un concorso, aspetta un po’ e analizza il tasso di abbandono e i dati riguardanti l’engagement degli iscritti al tuo canale. Se non stai coinvolgendo iscritti “engaged”, potresti attirare solo persone che desiderano esclusivamente ricevere dei premi.
9. Incoraggia gli utenti a seguire le tue serie
Un metodo intelligente per promuovere il tuo canale YouTube è creare una serie specifica di video che tratta un tema o argomento ricorrente.

Il popolare canale gastronomico Bon Appétit ha effettivamente una varietà di serie diverse che caratterizzano la sua presenza su YouTube, compresi i loro costanti video “From the Test Kitchen”.

Le serie sono vantaggiose sia per i creatori sia per gli utenti. Per i creatori, in quanto hai tu la responsabilità di produrre contenuti nuovi su YouTube e loro non devono arrovellarsi il cervello per farsi venire delle idee. Per gli utenti, che hanno qualcosa da attendere con impazienza e al tempo stesso un motivo per continuare a tornare sul tuo canale.
10. Includi i tuoi video YouTube sul tuo sito
Alcuni degli spazi migliori per promuovere il tuo canale YouTube sono al di fuori dello stesso YouTube.

Infatti, è dimostrato che i contenuti video migliorano i tassi di conversione e riducono il bounce rate sul sito. Se desideri che gli utenti restino più a lungo su una pagina dedicata ai prodotti o sui post di un blog, includi un video (seguendo il nostro esempio riportato di seguito).

Ricorda: qualsiasi opportunità ti si presenti per indirizzare traffico del tuo sito web (o social!) verso YouTube rappresenta un ulteriore vantaggio.
11. Crea delle playlist per organizzare i tuoi contenuti su YouTube
Maggiore è il numero di video che crei, più difficile sarà per gli utenti navigare nel tuo canale.

Ecco perché le playlist sono così importanti. Oltre a consentirti di raggruppare i tuoi video in categorie per organizzare il tuo canale, le playlist soddisfano anche il desiderio degli utenti di avere a disposizione grandi quantità di contenuti.

Ad esempio, il canale di rasatura e accessori per uomo di Beardbrand carica quotidianamente contenuti e ha pertanto accumulato centinaia di video dedicati a migliaia e migliaia di argomenti. Le varie playlist del canale aiutano a orientare gli iscritti verso contenuti pertinenti senza la necessità di effettuare lunghe ricerche.

12. In caso di dubbio, chiedi l’engagement
A volte per diffondere i tuoi video, basta chiedere l’engagement.

Del resto, non tutti coloro che apprezzano i tuoi video lasceranno un “like.”

Soprattutto se il tuo canale è agli esordi, non devi vergognarti di chiedere direttamente un minimo apprezzamento. Infatti, chiedere ai visitatori di rispondere a una domanda nella sezione “Suggerimenti e commenti” o di guardare un altro video sono sistemi ideali per continuare a mantenere l’engagement. Puoi inoltre creare link ad altri video o sviluppare un link esterno al tuo sito che fungeranno come una sorta di CTA.

13. Prova il live streaming
Il video live è una delle maggiori tendenze dei social media e non sparirà in tempi brevi.

Grazie ad app quali Facebook, Periscope e Instagram che rendono più semplice che mai trasmettere un video in diretta, un numero sempre maggiore di brand si imbarca in questa avventura.

YouTube offre video live da anni ma ha iniziato solo di recente a dedicarsi allo streaming. Puoi dare uno sguardo ad alcuni video popolari di YouTube Live per avere un’idea di come altri brand stiano utilizzando questa piattaforma.

Ecco alcuni esempi di come puoi utilizzare YouTube Live:

Webinar
Tutorial dal vivo
Sessioni di Domande e Risposte
Dimostrazioni di prodotti

Non preoccuparti se nei tuoi stream non va tutto liscio come vorresti. Parte degli aspetti positivi (e del rischio) dei video live è che non sai mai cosa accadrà. La natura non rifinita e organica del video in diretta è ciò che lo rende entusiasmante. Per ulteriori suggerimenti su come iniziare a utilizzare YouTube Live, consulta l’introduzione di Google alla diretta streaming.
14. Collabora con altri creatori e brand
Una tattica utilizzata da alcune delle maggiori star di YouTube per accrescere il numero dei propri follower è collaborare con altri utenti. Ogni collaborazione ti offre esposizione a nuova audience. E il vantaggio principale è rappresentato dal fatto che i nuovi utenti sono maggiormente propensi a iscriversi al tuo canale dal momento che collabori con un creatore di contenuti che loro conoscono già, apprezzano e stimano.

Il segreto per una proficua collaborazione YouTube è trovare il partner giusto. Ti consigliamo di collaborare con creatori di contenuti che hanno in comune con il tuo brand passioni simili cosicché il tuo video risulti spontaneo. Questa collaborazione fra BuzzFeed e Purina, diventata ormai un classico, è un ottimo esempio di collaborazione ben studiata che non appare troppo promozionale.

15. Conduci una campagna pubblicitaria a pagamento su YouTube
Poiché il marketing sta diventando in generale sempre più pay-to-play, hai sempre la possibilità di promuovere il tuo canale YouTube per mezzo di annunci pubblicitari. YouTube offre diversi formati di annunci fra cui scegliere:

Annunci display: questi annunci compaiono sulla barra laterale destra dei video, e sono disponibili solo su desktop.
Annunci in overlay: sono annunci semitrasparenti che vengono mostrati nella parte inferiore di un video. Sono disponibili solo su desktop.
Annunci video ignorabili e non ignorabili: questi annunci compaiono prima, durante e dopo un video. Gli annunci ignorabili possono essere ignorati dopo cinque secondi, gli annunci non ignorabili invece devono essere guardati per intero prima che l’utente possa visualizzare il relativo video.
Annunci bumper: sono annunci non ignorabili che devono essere guardati prima che l’utente possa vedere il proprio video. Possono avere una durata massima di sei secondi.
Schede sponsorizzate: sono schede che vengono visualizzate nell’ambito di video pertinenti. Puoi utilizzarle per promuovere i tuoi prodotti o altri contenuti.

Per i tuoi annunci creativi, puoi utilizzare un video esistente o realizzare qualcosa di nuovo per una campagna specifica. Il vantaggio di utilizzare un video esistente è rappresentato dalla possibilità di scegliere un clip che sai essersi rivelato efficace in passato. Se un video ha già ottenuto molte visualizzazioni ed engagement organicamente, ricorrere agli annunci a pagamento può amplificare i tuoi risultati.

D’altro canto però, creare un nuovo video per i tuoi annunci ti consentirà di realizzare un contenuto più mirato sul quale hai maggior controllo. Ad esempio, puoi strutturare un annuncio con uno specifico invito all’azione alla fine per indirizzare gli utenti verso una landing page o un altro video. Scopri ulteriori dettagli sui formati degli annunci dei video su Youtube qui.
16. Pubblica periodicamente i tuoi contenuti YouTube sui social media
Non è una novità che i contenuti video stravincono sui social media in termini di engagement e performance.

Di conseguenza, dovresti promuovere regolarmente il tuo canale YouTube fra i follower dei tuoi social per incoraggiarli a iscriversi al tuo canale. Appena un video viene trasmesso in diretta, fa in modo che i tuoi follower su Facebook, Twitter, Instagram e LinkedIn ne siano a conoscenza. Puoi anche creare degli snippet o delle anteprime per ciascuna piattaforma social con un link alla tua ultima produzione.

Grazie a Sprout Social, puoi programmare il tuo contenuto e fare una cross promotion senza dover passare da una piattaforma all’altra. Funzionalità quali ViralPost possono inoltre contribuire a far sì che il tuo contenuto venga trasmesso live quando la tua audience social è coinvolta.

E con questo argomento abbiamo concluso la nostra guida al marketing sul canale YouTube!
In che modo promuovi il tuo canale YouTube?
La crescita dell’audience di YouTube non avviene per caso.

E può rivelarsi ardua se nel tuo spazio la concorrenza è molta.

Ecco perché vale la pena avere diverse tattiche promozionali di riserva. Sebbene per mettere in pratica alcuni dei consigli summenzionati sia necessario un impegno maggiore rispetto agli altri, ognuno di questi suggerimenti può aiutarti a ottenere più visualizzazioni sul tuo canale e di conseguenza un numero maggiore di iscritti.

Desideriamo tuttavia sentirti. Hai difficoltà a promuovere il tuo canale YouTube? Hai dei consigli per i colleghi creatori? Faccelo sapere nei commenti in basso!

[ad_2]

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *